venerdì 8 maggio 2009

MUTAZIONI

Il teatro CARGO di GENOVA organizza il Festival MUTAZIONI che a partire da oggi e per 15 giorni racconterà con spettacoli, tavole rotonde e video, i cambiamenti e le mutazioni del corpo femminile.
IL CORPO DELLE DONNE sarà proiettato domenica 10 maggio alle 18,30 a Palazzo Ducale. Seguirà dibattito su "Corpi femminili e Media" con Enrico Ghezzi e Lorella Zanardo.

6 commenti:

  1. A proposito di mutazioni, ho visto (non ricordo più in quale sito) la foto di Julia Roberts in bikini poco dopo il parto, bella con quel suo corpo uguale ai nostri, un pò di pancia e tutto il resto, che meraviglia un'attrice che si mostra esattamente com'è, senza ritocchi, bellissima perchè vera. Veniva riportato l'elogio di Sara e il commento di tale David che la invitava a mettersi la tuta non il bikini! Mamma mia quanta strada da fare! Ciao a tutte Patrizia

    RispondiElimina
  2. e' vero: a proposito di mutazioni:
    mi piace il mio viso non piu' giovane, mi piacciono i mei capelli bianchi e i miei occhi non piu' "alla cerbiatto", ma soprattutto mi piace la mia eta' che mi consente di essere pienamente libera nel corpo e nell'anima.
    Complimenti per il vostro impegno che dovrebbe essere l'impegno di tutte noi.
    GRAZIE CLAUDIA

    RispondiElimina
  3. Marinella.Anaclerio10 maggio 2009 21:51

    Cara Lorella è molto doloroso il tuo lavoro, vedo poco la Tv e forse rifletto poco su come in fondo siamo noi stesse che permettiamo tutto ciò. Tutte quelle immagini da fumetto mi farebbero ridere se non sapessi quanto l'ignoranza ancora tanto diffusa tra le donne, (o dovrei dire di nuovo diffusa?)le scambia per vere. Sò che bisogna trovare un modo per comunicare che il Titanic affonda senza sembrare guastafeste o peggio moraliste. Vedere lo scempio che una donna affascinante come Patty Pravo ha fatto su di sè la dice lunga su come si sia proiettato in profondo l'immagine di Jessica Rabbit. Il punto è che l'immaginario maschile che si introietta è puramente adolescenziale, esattamente come adolescente è Roger Rabbitt. E' tutto un sistema di comunicazione a cui bisogna dire basta. E per prime dovremmo essere noi. Con determinazione e sobrietà. Con azioni comuni sostenute anche da uomini adulti ( qualcuno ce n'è) che rischiano l'estinzione, surclassati da una valanga di vecchi ragazzini che li tacciano di impotenza.
    Difffondo il tuo lavoro più che posso

    Marinella Anaclerio

    RispondiElimina
  4. Bellissimo lavoro e importantissimo diffonderlo.anche questo è un modo per iniziare a cambiare.
    domande: occorrono molte domande nella nostra mente ( perchè abbiamo paura?) prima di riuscire a trovare una strada alternativa alla barbarie dell'immagine e della giovinezza a tutti i costi.. e di questo ignobile sistema di comunicazione...le leggi del mercato. del business, del denaro, hanno vinto battaglie fondamentali . Educhiamo i nostri figli allo spirito critico, alla libertà di coscienza a non aver paura di essere ciò che sono..fidiamoci di coloro che lo fanno..già ora..non credo che tutto sia perduto..anzi..
    addà finì a'nuttata

    RispondiElimina
  5. Sono felice che questo "corpo delle donne" sia diventato un'argomento visibile, BRAVI!
    è difficile o impossibile riposizionare/riequilibrare il narciso femminile ora che è stato così devastato?

    RispondiElimina
  6. a proposito di Mutazioni: Penso che l'occhio che ci sforziamo di sedurre, non corrisponda più alla'occhio Maschio Despota ma all'occhio MASCHIO OMOSESSUALE gusto TRAS BARACCONE...
    Quanto lontano siamo da NOI STESSE, Donne..!!!!

    RispondiElimina

 
Blogger Typepad